ECHA ha pubblicato gli esiti delle discussioni tenutesi durante la riunione del Comitato Biocidi (BPC), nel periodo dal 29 Novembre al 3 Dicembre.
Il BPC ha adottato 16 opinioni positive relative all’approvazione di sostanze attive (10 sostanze approvate), alle autorizzazioni dell’Unione (2), e alle richieste da parte della Commissione Europea (4).

QUALI SONO LE SOSTANZE ATTIVE APPROVATE

Sostanze attive approvate:

  • Ozono generato dall’ossigeno per l’uso in disinfettanti e alghicidi non previsti per l’utilizzo a contatto diretto con persone o animali (product-type 2), in disinfettanti usati per impregnare materiali che possono entrare in contatto con i prodotti alimentari e mangimi (product-type 4) e per l’acqua potabile (product-type 5), e in conservanti per i liquidi di raffreddamento e sistemi di processamento (product-type 11);
  • Cloruro di alchil (C12-16) dimetilbenzilammonio per l’uso in disinfettanti per l’igiene personale (product-type 1) e product-type 2 di cui sopra;
  • Chrysanthemum cinerariaefolium, un estratto ricavato dai fiori di Tanacetum cinerariifolium, tramite anidride carbonica supercritica e solventi idrocarburici per l’uso in prodotti per il controllo organismi nocivi, respingendoli o attirandoli (product-type 19);
  • Cloruro di didecildimetilammonio (DDAC), per product types 1 e 2.

Autorizzazioni dell’Unione:

  • L(+) Acido lattico per product-types 1, 2, 3 (igiene veterinaria) e 4;
  • Perossido di idrigeno per product-type 2.

La Commissine Europea, in accordo con gli Stati Membri, prenderà decisioni definitive sull’approvazione delle sostanze attive e sulle autorizzazioni dell’Unione per le tipologie di prodotti biocidi.

In aggiunta, il Comitato ha adottato pareri che rispondono alle richiesta della Commissione Europea su:

  • Valutazione dei rischi per la salute umana e per l’ambiente derivanti dalle proprietà che alterano il sistema endocrino del 2,2-dibromo-2-cianoacetamide (DBNPA) utilizzato nei disinfettanti per l’area degli alimenti e dei mangimi (product-type 4). Il comitato ha concluso che il livello di rischio può essere considerato accettabile;
  • Valutazione dei rischi per la salute umana e l’ambiente derivanti dalle proprietà di interferenza endocrina della cianamide usata nei disinfettanti per l’igiene veterinaria (product-type 3) e nei prodotti per il trattamento di insetti, aracnidi e altri antropodi (product-type 18). Il comitato non ha potuto concludere il prarere sui rischi sulla base dei dati disponibili;
  • Idoneità del principio attivo burro di arachidi a essere incluso nell’allegato I del BPR, che elenca i principi attivi identificati come a basso rischio e ammissibili a un processo di autorizzazione semplificato. Il comitato raccomanda che il burro di arachidi non venga incluso nell’allegato I in quanto può essere considerato immunotossico (può causare reazioni allergiche);
  • Domande relative alla guida sulle trappole per roditori proposte dall’Agenzia tedesca per l’ambiente. Il comitato ha concluso che gli stessi principi per la valutazione dell’efficacia sono utilizzati in questa guida rispetto ai rodenticidi a base chimica.

I pareri adottati saranno pubblicati nel prossimo futuro sulla pagina del BPC. Il prossimo incontro si svolgerà a Marzo 2022.