Proroga dei termini in materia di etichettatura ambientale

A rettifica di quanto riportato nel seguente articolo, facciamo presente che il Decreto Legge n.228, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale in data 30 dicembre 2021, ha prorogato i termini prescritti per il raggiungimento della conformità in materia di etichettatura ambientale dal 31 dicembre 2021 al 30 giugno 2022.

Le prescrizioni entreranno quindi definitivamente in vigore il 1° luglio 2022.

Viene fatto presente che per i prodotti che non rispettano i requisiti di etichettatura degli imballaggi, già immessi sul mercato prima di luglio 2022, sarà possibile la commercializzazione fino ad esaurimento scorte.

Il nuovo Decreto stabilisce inoltre che, entro 30 giorni dalla data dell’entrata in vigore della presente disposizione (1° luglio 2022), il Ministero della transizione ecologica adotterà le linee guida tecniche per la corretta etichettatura degli imballaggi.

Secondo quanto definito dal decreto legislativo 116/2020, agli imballaggi si applica l’obbligo di apposizione dell’Etichettatura Ambientale. Questo decreto modifica il D.Lgs 152/2006 e attua la direttiva europea sui rifiuti (UE 2018/851) e quella sugli imballaggi e i rifiuti di imballaggio (2018/852). Gli adempimenti descritti sono richiesti per tutti gli imballaggi, siano questi destinati al consumatore finale o all’utilizzo industriale e professionale: per gli imballaggi destinati all’uso industriale e professionale deve essere infatti riportata obbligatoriamente unicamente la codifica del materiale dell’imballaggio (PET 1, HDPE 2, …), come da decisione 97/129/CE; per gli imballi al consumatore è invece obbligatorio fornire in etichetta indicazioni per la corretta raccolta e smaltimento dei rifiuti.
Per maggiori informazioni rimandiamo alla linea guida CONAI sull’etichettatura obbligatoria degli imballaggi, la quale fornisce una dettagliata descrizione dell’approccio all’etichettatura e le indicazioni necessarie su come adempiere a tali obblighi.

Il termine ultimo per adempiere a queste richieste normative è il 1° gennaio 2022. A partire da quella data tutti gli imballaggi immessi sul mercato italiano dovranno essere opportunamente etichettati.

Gli imballaggi non conformi ai requisiti di Etichettatura Ambientale, prodotti prima del 1° gennaio 2022, potranno essere smaltiti fino ad esaurimento scorte. Va segnalato tuttavia che non è stato indicato un termine ultimo per lo smaltimento delle scorte, ma sarà importante fornire l’evidenza della loro giacenza a magazzino al 31/12/2021.