Il Regolamento UE 2019/1381, l’ormai noto Regolamento che reca modifiche alla General Food Law con l’obiettivo di implementare le garanzie di trasparenza nell’ambito della sicurezza alimentare, ha comportato alcune novità anche nel Regolamento (CE) n. 1107/2009, che disciplina l’immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari.

Le tempistiche

Il Regolamento è disponibile in bozza sul sito della Commissione Europea, ed è possibile commentarlo fino al 1 Ottobre 2020.

Si applicherà a far data dal 27 Marzo 2021 (anche se le procedure di rinnovo delle sostanze attive con scadenza entro il 27 Marzo 2024 seguiranno ancora il Regolamento UE 844/2012).

Che cosa cambia per le aziende?

  • Un’azienda che intenda rinnovare un attivo dovrà sottomettere una pre-submission notification, che consentirà non solo la definizione di un parere preliminare in argomento da parte di EFSA ma garantirà anche la trasparenza di una consultazione pubblica.
  • Sempre nell’ottica di una consolidata trasparenza, l’azienda sarà tenuta a pubblicare i dati e gli studi che EFSA ha ritenuto ammissibili nel progetto di rinnovo. E sarà garantita la possibilità di commentarli per 60 giorni.
  • La sottomissione andrà inoltrata attraverso la piattaforma IUCLID.

Cosa accade dopo la sottomissione?

  • Lo Stato Membro valutatore sarà obbligato a presentare a ECHA – prima o contestualmente alla presentazione del dossier- una proposta di classificazione ex Regolamento CLP (art.37), al fine di ricevere un’opinione relativa alla classificazione della sostanza per quanto afferisce ad alcune classi di pericolo (mutagenicità, cancerogenicità, tossicità per la riproduzione, tossicità per l’ambiente acquatico)